Review Category : approfondimenti

INTERVISTE – La forza del gesto per rompere il silenzio e vivere. Perché io segno!

-di Virginia Duranti-
Ci sono gesti che raccontano parole, emozioni, sogni e progetti. Storie di vita. Linguaggi che non vogliono sconti né rimborsi. Semplicemente esistono e sono usati. Specchio della comunità. Sarebbe ottimale se fossero anche riconosciuti. Ne ho parlato con Raffaella Ludovica Cucchi, presidente dell’Associazione Italiana Perché Io Segno. Ne è nato un dialogo interessante e stimolante. Sia dal punto di vista formativo, sia dal punto di vista umano. Motivi di ispirazione e riflessione.
Come e quando nasce l’Associazione “Perché io segno”? Di che cosa si occupa?
“Perché io segno” nasce l’undici agosto 2016, proprio ieri abbiamo raggiunto un anno di attività.L’associazione nasce per sopperire alle necessità delle persone sorde.
Questioni di natura quotidiana, per esempio se un sordo deve andare dal medico ed ha bisogno di un interprete, ma anche situazioni più delicate come quelle legali. Io e la mia amica Federica abbiamo dato il via a questo progetto, per essere di supporto alle persone sorde. Siamo una squadra. E sono felice di poterlo dire e di poter lavorare insieme a lei.
Quali potrebbero essere le strategie utili per garantire un’inclusione costruttiva tra sordi ed udenti? Cosa sta facendo la scuola in merito?
Inclusione per noi significa tutto. Stiamo avviando progetti che riguardano la vita quotidiana.
L’inclusione è il pilastro su cui si fonda la nostra associazione e quando dico attività di tipo giornaliero, mi riferisco per esempio, a tutti quei servizi utili a tutti che possono semplificare la vita di ogni giorno.
Se vai alle poste per citarne una, sarebbe utile per tutti ed in particolare per i sordi, che ci fosse un vademecum scritto in forma più chiara e semplice,utile. Il semplice scrivere meglio una serie di servizi garantiti ai i cittadini, è aiutare i sordi. Il nostro intento è normalizzare il concetto di disabilità.
La Lis è un’esperienza intensa: stiamo cercando di scardinare ed eliminare i pregiudizi.
Per quanto concerne la scuola e la Lingua dei Segni Italiana a livello territoriale e di provincia, siamo all’inizio di un cammino in cui non mancheranno le difficoltà.
La strada è lunga e abbiamo tanto da fare, ma siamo fiduciose.
Stiamo lavorando per l’inserimento nelle classi a tutti i livelli, dell’assistente alla comunicazione.Una figura altamente professionale che dovrebbe affiancare l’insegnante tradizionale per facilitare l’apprendimento dello studente con problemi di udito attraverso l’uso dei gesti e questo nelle classi. Posso dire tuttavia, che il problema è a monte purtroppo.
Finché non ci sarà il totale riconoscimento giuridico attraverso norme specifiche della Lingua Italiana dei Segni come sistema usato appunto per la comunicazione, tale figura avrà sempre difficoltà ad emergere.
– Cosa ti senti di dire a tutte le persone sorde e alle loro famiglie? Cosa invece, vorresti dire alle persone udenti per superare tutti i pregiudizi che potrebbero persistere nei confronti dei sordi?
Ai genitori dei sordi e a loro stessi direi di non creare mondi separati.
La differenza c’è semplicemente perché si utilizzano canali di comunicazione diversi, ma questa lieve distanza può essere colmata attraverso la conoscenza della lingua dei segni.
E ciò vale per tutti: sordi e udenti.
Questo sistema linguistico è molto utile per vincere la timidezza. Per comunicare bene si ha bisogno di tutto il corpo, non solo delle mani per parlare, ma anche le espressioni facciali hanno una valenza essenziale ed importante. Più gesti possono voler dire più cose. Ciò che dà il senso della parola che si intende dire è la mimica facciale.
Quali sono i progetti imminenti cui “Perché io segno” si dedicherà nei prossimi mesi?
Presso la nostra sede di Viterbo, ad ottobre, ripartiranno i corsi della Lingua dei segni Italiana di primo e secondo livello. Faremo inoltre corsi di Braille, il sistema di scrittura in rilievo utilizzata dai non vedenti. E ancora: stiamo lavorando a piccoli ed importanti progetti relativi all’interprete al cinema e per Santa Rosa. Abbiamo avuto il piacere di collaborare con la Polizia di Stato per il rilascio di patenti per i sordi e lo faremo ancora. Sono previsti infine, laboratori Lis e corsi di formazione.

Read More →

CULTURA – Luca Verdone, Italo Moscati e Milena Vukotic, grandi nomi per l’ ETuscia Green Movie Fest

ETuscia Green Movie Fest, grande successo per la presentazione ufficiale che si è tenuta ieri presso il foyer del teatro Rivellino di Tuscania.
Presenti il direttore artistico Patrizia Sileoni, l’assessore alla cultura del comune di Tuscania, Franco Ciccioli, il responsabile segreteria dell’Ass.Cultura della Regione Lazio, Pierluigi Regoli, il critico d’arte Enrico Anselmi.
In tantissimi sono intervenuti per conoscere i dettagli del festival dell’audiovisivo con protagonista il territorio che si terrà a Tuscania, dal 25 agosto al 1 settembre, e che vedrà la partecipazione di alcuni tra i nomi più autorevoli del cinema italiano, da Alfredo Baldi ad Italo Moscati, da Milena Vukotic fino a Luca Verdone.
L’evento, alla seconda edizione, finanziato dalla Regione Lazio e patrocinato dal Comune di Tuscania, è un variegato contenitore culturale organizzato dall’ associazione culturale “Augusto Genina”, con la direzione artistica di Patrizia Sileoni e la sinergia di diversi partner prestigiosi, nazionali ed internazionali, dal Finca, festival internacional de cine ambiental, all’ Imd, instituto multimedia DerHumAlc, fino all’associazione Il Crogiuolo.
Diversi i momenti di elevato spessore in programma. Oltre al nucleo principale della rassegna, ovvero i concorsi cinematografico e fotografico incentrati sulle bellezze della Tuscia e dell’Etruria Meridionale, all’interno del festival sarà infatti organizzata anche la mostra d’arte contemporanea “Il Sale della Terra” ospitata presso lo spazio monumentale dell’ex Chiesa di Santa Croce e nei giardini della biblioteca comunale.
Ad esporre alcuni tra i più quotati artisti contemporanei , Antonio Fraddosio, Maddalena Mauri, Riccardo Monachesi, Maria Pizzi, Marco Scataglini, Maria Grazia Tata, Lucrezia Testa Iannilli e Mara Vanwees, che hanno scelto questo territorio come fonte di ispirazione creativa.

E poi ancora incontri pomeridiani con gli autori ed una serie di visite guidate alla scoperta di luoghi imperdibili del territorio.
Da segnalare, infine, l’appuntamento del 27 agosto, quando, nell’ambito di Dedicata, finestra sui Grandi Maestri del 900, sarà proiettato “Lo squadrone bianco” di Augusto Genina, aiuto regista Mario Monicelli, premiato nel 1936 alla Mostra del Cinema di Venezia come miglior film italiano.

Il cineasta Augusto Genina, dal 1913 al 1955, ha firmato 40 anni di cinema in bianco e nero, per un totale di oltre 100 film, di cui quattro presentati alla Mostra di Venezia.
Nel 1949 con Cielo sulla palude, presentato a Venezia, ottenne il Premio internazionale per la regia, il Premio della Presidenza del Consiglio dei ministri e il Nastro d’argento alla regia.

Per info: 345-0370883 – http://www.etusciagreenmoviefest.it, patrizia.sileoni@gmail.com
Fb etusciagreenmoviefest

IMG_20170810_121130

IMG_20170810_121157

IMG_20170810_121409

IMG_20170810_122200

IMG_20170810_123324

IMG_20170810_123332

IMG_20170810_123934

IMG_20170810_124122

IMG_20170810_124550

IMG_20170810_125007

IMG_20170810_125803

IMG_20170810_130826

Read More →

RASSEGNE – Gianni Amelio, Pif, Ficarra e Picone tra i protagonisti del Tuscia Film Fest

Gianni Amelio, Marco Bellocchio, Francesco Bruni, Roberto Faenza, Ficarra e Picone, Edoardo Leo, Giuliano Montaldo, Pif, Michele Placido, Kim Rossi Stuart saranno tra gli ospiti del Tuscia Film Fest 2017 in programma a Viterbo dal 7 al 15 luglio e al Forte dei Borgia di Nepi domenica 16 luglio per l’evento finale di chiusura.

Read More →

ATTUALITA’ – Città dei Bambini, Vasanello al convegno regionale

Si è tenuto nei giorni scorsi, presso il Parco Naturale Regionale dell’Appia Antica, un convegno, organizzato dalla Regione Lazio in collaborazione con il Cnr e l’Ente Parco, per fare il punto sul Progetto internazionale “La Città dei bambini”, fondato dal prof. Tonucci ventisei anni fa e promosso e gestito, negli anni, dall’Istituto di Scienze e Tecnologie del CNR.
L’obiettivo perseguito è quello di basare l’azione di governo sulle indicazioni dei più piccoli “che possono rappresentare una chiave efficace di cambiamento e riflessione critica per gli adulti.”

Read More →

NEWS – Festa grande per il primo anniversario della Fondazione Onlus Alessandro Bianchi Ninni

Giu 28, 2017 Posted by In approfondimenti, Notizie Comments 0

A Vasanello si celebra il primo anniversario della Fondazione Onlus Alessandro Bianchi Ninni.
La Fondazione Onlus Alessandro Bianchi Ninni di Vasanello ha celebrato il suo primo anniversario con una serata di beneficenza che ha visto, oltre alla partecipazione del sindaco Antonio Porri, anche di oltre 400 ospiti.

Read More →

MUSICA – Caffeina si fa musica con il Mini Festival di Viterbo

Giu 19, 2017 Posted by In approfondimenti, Notizie Tagged , Comments 0

Tanta musica e una strabordante dose di giovane talento in Piazza Cappella (Viterbo) – dal 23 giugno al 2 luglio 2017, tutti i giorni dalle ore 21,30 alle ore 23 – al Caffeina Festival 2017, per #piazzaminifestival.
Un’inedita collaborazione – tra il Caffeina Festival ed il Mini Festival di Viterbo che, quest’anno, spegnerà le sue prime 20 candeline.

23/6, venerdì
CAROSELLO NAPOLETANO: Lo spettacolo prevede l’esecuzione di canzoni napoletane, fra le più belle della tradizione partenopea, da quelle allegre e scanzonate a quelle più impegnate e passionali.
LUISELLA CAPOCCIA, giovane soprano brillante, dotata di grande musicalità, il M°FABIO BARILI, chitarrista di grande sensibilità, compositore e arrangiatore, LAURA LEO, cantante attrice e cabarettista.
Musicalmente le parti vengono accompagnate dal vivo o con l’ausilio di basi preregistrate con l’integrazione di strumenti live(ghironda, mandolino o fisarmonica).
Per il resto dello spettacolo tra una canzone e l’altra ci sono parti recitate e brevi racconti di aneddoti o della storia delle canzoni che verranno eseguite; emozionante, coinvolgente e divertente!

24/6, sabato
VINCENZO CANTIELLO e ALESSANDRO PIROLLI, entrambi da “Ti lascio una canzone” (ed. 2014, Rai 1) e che hanno già ottenuto riconoscimenti in ambito europeo e mondiale.
VINCENZO CANTIELLO, 16 anni,da Sant’Arpino (CE),dopo TLUC trionfa al Junior Eurovision Song Contest2014, con “Tu, primo grande amore”. Seguono ulteriori esperienze – televisive e on stage – in Italia e all’estero. Nel 2016 presenta il suo album “Nevertoomuch” (One Universe), canzoni in lingua inglese che variano dal pop, al soul, al funky. Vocalità raffinatissima, repertorio pop contemporaneo, soprattutto internazionale ma anche italiano.
ALESSANDRO PIROLLI: cantante e autore di 15 anni, di Ardea. Numerose esperienze televisive su Rai Uno (TLUC, ecc.). Repertorio soprattutto italiano, è un vero “animale da palcoscenico”, ha già pubblicato due inediti di sua produzione, uno dei quali ha ottenuto il disco d’oro. Nel dicembre 2016 ha rappresentato l’Italia al World Explosion Contest, concorso mondiale per teenagers, classificandosi al secondo posto.A Caffeina, presenterà il suo primo album, dal titolo “Una stella diversa”: brani scritti e prodotti da lui, tra cui il tormentone estivo “Sbaglio umano”.

25/6, domenica
LUCKY SHOT: Il progetto “Lucky Shot” nasce – nel marzo scorso, a Guidonia Montecelio – dall’unione e l’intuizione di Alessio Torri (Voce Solista) e Tiziano Russo (Chitarra Basso), a cui prendono parte Daniele Riccio (Batteria) e Marco Mercuri (Chitarra).Cominciano a scrivere i primi inediti sin dalla prima prova insieme, sfruttando la propria lingua natia – l’Italiano – e le loro influenze Rock per esprimere a pieno loro stessi nel proprio genere.

26/6, lunedì
EMANUELE BERTELLI e ROBERTO TORNABENE, entrambi quindicenni, catanesi e provenienti dalla trasmissione televisiva “Ti lascio una canzone” (Rai 1), .
EMANUELE BERTELLI: talento vocale da vendere e capacità di usare le proprie doti canore in maniera assolutamente sorprendente per un ragazzo della sua età.
Già piccola star sui palcoscenici di Rai Uno, con numerosissime esperienze live – anche in Europa e… a Viterbo – canterà anche accompagnandosi con il pianoforte, evergreen italiani ed internazionali, black music e qualche inedito.

ROBERTO TORNABENE: ha partecipato all’ottava edizione di “TLUC”, durante la quale ha duettato con Violetta, Iva Zanicchi e Gigi D’Alessio. Nell’estate 2016 ha girato la Sicilia per un tour di 10 tappe. Voce già adulta, adattissima ad un repertorio moderno e internazionale.Sta imparando anche a suonare la chitarra e… canta in inglese come se fosse la sua lingua madre!

27/6, martedì
SDP: band di 4 ragazzi viterbesi che cercano di esprimere loro stessi, attraverso la musica. Il progetto SDP nasce nel gennaio 2016, come cover band di brani pop/rock, e prosegue con la stesura di vari inediti che, molto presto, saranno presentati in un album.

28/6, mercoledì
DIMASTE’ ACOUSTIC TRIO: Il trio si è formato nel 2012, da musicisti provenienti da diverse esperienze musicali con l’obiettivo di riportare la musica e le canzoni ad uno stato essenziale,facendo risaltare melodie e suoni, creando suggestioni per un ambiente intimo ma allo stesso modo coinvolgente per l’ascoltatore. Il genere proposto consiste nel rielaborare, in chiave acustica, brani jazz, blues, folk, cantautorali e pop rock. Il nome scelto,Dimastè, è un acronimo dei componenti del trio: Diana Saiu alla voce, Mauro Tavernelli chitarra e cori, Stefano Porfiri alle percussioni ed incarna il senso di musica che vogliono proporre, cioè tre elementi diversi tra loro ma che, uniti, formano un’unica entità.

29/6, giovedì
SENZA LIMITI, ovvero 4 modi di vivere la musica che si incontrano e si fondono. Quattro amici che nella quiete della provincia si uniscono per esprimere insieme lo stato d’animo di ciascuno di loro nei brani che propongono. La loro traccia porta ai cantautori di ieri e di oggi e tra quest’ultimi c’è uno di loro, Davide Valeri (pianoforte e voce, già vincitore di due edizioni del Mini Festival di Viterbo) che compone molti dei brani che il gruppo propone; con lui Paolo Valente (basso), Alessandro Anselmi (batteria) e Matteo Cencioni (chitarra).

30/6, venerdì
CARTOON SHOCK: I Cartoon Shock iniziano la loro attività live nel 2013, prima cartoon cover band del viterbese. Eseguono le storiche sigle dei cartoni animati anni ‘70, ‘80 e ‘90, riarrangiandole a volte in chiave rock, ska, raggae, punk e altri generi musicali. Partecipano, per tre anni di seguito, al JazzUp Festival di Viterbo e si esibiscono in vari pub, discopub e feste in piazza. Nell’estate 2015 aprono il concerto di Cristina d’Avena in piazza a Bagnaia (VT). I loro concerti riescono sempre a movimentare e divertire il pubblico, non solo i giovani ma anche e soprattutto i loro genitori: 60 brani nel loro repertorio per oltre 3 ore di musica. La formazione vede Andrea Peruzzi alla voce, Valerio Buratti alla batteria, Luca Pepe alla chitarra, Ruggero Maoloni al basso e Valeria Antenore alle tastiere.

1/7, sabato
MARCO BONI e GAIA DI GIUSEPPE, entrambi abruzzesi, cantanti, pianisti e provenienti dalla trasmissione Rai 1 “Ti lascio una canzone”, edizione 2015; sono i più giovani della “piazza”, ma vi stupiranno!
MARCO BONI: 13 anni, di Avezzano. Numerose esperienze televisive su Rai Uno (TLUC e altre), vincitore di concorsi in tutta Italia, ha rappresentato due volte il nostro Paese alla finale mondiale del Sanremo Junior Festival, classificandosi al 3° posto. Nel 2016 ha partecipato al 19° Mini Festival di Viterbo (3° tra gli under 15). Nel 2017 è stato ammesso all’Accademia Spettacolo Italiana; unico under 14, hanno dovuto modificare il regolamento, specificamente per lui.Talento cristallino, repertorio pop variegato, italiano e straniero, che interpreta con assoluta delicatezza.
GAIA DI GIUSEPPE: 12 anni, di Roseto degli Abruzzi. Inizia a cantare e a suonare il pianoforte all’età di 6 anni, vincendo numerosi concorsi, fino ad arrivare all’ottava edizione di TLUC; poi vola in Russia, dove rappresenta l’Italia ad un concorso internazionale e si aggiudica il 1° premio di categoria. Lo stesso accade, tra l’altro, al 19° Mini Festival di Viterbo, nel dicembre 2016. È uscito il suo primo singolo, sulle maggiori piattaforme digitali, edè in corso l’iscrizione al Conservatorio musicale per pianoforte classico. Repertorio soprattutto italiano, interpretato in modo intenso e coinvolgente.

2/7, domenica
TRIO VOLPARA: Il cuore pulsante dei “Costa Volpara”, Antonello Giovanni Budano, con Cristiano Pizzati alla chitarra e Roberto Galli alla batteria; sulla base dell’esperienza maturata e dell’intesa naturale tra i componenti, portano avanti lo splendido progetto del “Trio Volpara”, uno spettacolo dedicato ai più grandi cantautori italiani.

Tutti gli artisti hanno – o hanno avuto – a che fare, in un modo o nell’altro, con il Mini Festival di Viterbo… diranno il perché ai rispettivi concerti!
Tutte le serate saranno aperte da un giovane interprete dell’ultima edizione del concorso musicale.

Read More →